rotate-mobile
Lunedì, 15 Agosto 2022
Cronaca

Ravenna a confronto con la Ruhr: per diventare capitale

Confronto tra la darsena di Ravenna e la tedesca Ruhr, che da enorme bacino industriale è diventata capitale europea della cultura nel 2010. Per puntare all'ambizioso traguardo del 2019

Cosa hanno in comune la Darsena di Ravenna e la tedesca Ruhr? Sono entrambe aree urbane caratterizzate da modelli produttivi e ormai esauriti in via di trasformazione urbanistica in chiave europea: la prima aspira a diventare il motore della candidatura di Ravenna a capitale europea della cultura nel 2019, la seconda ha conseguito il titolo nel 2010. Il confronto tra le due realtà sarà al centro di un incontro pubblico in programma martedì  20 marzo alle ore 18 all’Almagià. Sarà l’occasione per conoscere l’esperienza tedesca dalla voce di Oliver Scheytt, uno dei principali fautori di Ruhr Capitale della Cultura 2010, e le potenzialità della Darsena da Fabio Poggioli  architetto e autore del libro “Il mare dentro” (edizioni Danilo Montanari).

All’appuntamento saranno presenti inoltre l’Assessora alla Partecipazione Valentina Morigi e l’Assessore all’Urbanistica Gabrio Maraldi e Alberto Cassani, Coordinatore di Ravenna 2019.
La Ruhr, cuore produttivo dell’industria mineraria e siderurgica della Germania fino alla metà degli anni ’80, attraverso un intenso lavoro di riqualificazione, ha saputo trasformare i vecchi stabilimenti industriali in poli di “economia creativa”.  I luoghi inattivi dell’era post industriale (miniere, gasometri, impianti estrattivi, ferrovie) sono stati reinterpretati secondo nuove funzioni che hanno trovato nella cultura la loro attuale collocazione, dimostrando così che dalla crisi dell’industria è possibile uscire unendo tutte le forze presenti sul territorio. Un declino trasformato per ridefinire l’identità di una intera regione. Un’idea tanto forte e innovativa da essere risultata la carta vincente della candidatura della Ruhr a Capitale della Cultura Europea 2010.

Il percorso La Darsena che vorrei, partito nel settembre 2011, in attesa della stesura del Poc Tematico, prosegue il suo cammino di democrazia partecipata. In questi mesi molti cittadini e cittadine hanno sentito l’esigenza di confrontarsi e di conoscere altre realtà e altre esperienze e l’occasione si è presentata incrociando il percorso di candidatura di Ravenna Capitale della Cultura 2019.

Who’s who di Oliver Scheytt
Oliver Scheytt ha più di 25 anni di esperienza nel campo del management della cultura e dei progetti su larga scala. Sotto la sua guida Essen e la Ruhr sono diventate Capitale Europea della Cultura nel 2010: dal 2004 al 2006 ha coordinato il progetto 'Essen per Ruhr Capitale Europea della Cultura 2010', nel 2006 è diventato direttore generale di Ruhr 2010. Dal 2003 al 2007 è stato membro della commissione di studio 'Cultura in Germania' promossa dal Bundestag.  E' consulente della  German Federal Cultural Foundation, della commissione tedesca dell'UNESCO e dell'associazione tedesca degli enti locali. Dal 2007 è docente di politiche e infrastrutture culturali all'Università di Amburgo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ravenna a confronto con la Ruhr: per diventare capitale

RavennaToday è in caricamento