rotate-mobile
Cronaca

Ancora terremoto, torna la paura: sisma di 5.8 Richter

Ancora una scossa di terremoto, ancora gente in strada, ancora paura. La terra è tornata a tremare alle 9.00 di martedì mattina, una scossa di magnitudo 5.8 della scala Richter.

Ancora una scossa di terremoto, ancora gente in strada, ancora paura. La terra è tornata a tremare alle 9.00 di martedì mattina, una scossa di magnitudo 5.8 della scala Richter. L'epicentro è stato localizzato, come sempre, nella provincia di Modena, ad una profondità di 10.2 chilometri. Epicentro tra Camposanto, Cavezzo e Medolla. Successivamente sono state avvertite altre tre distinte scosse: magnitudo 4 alle 09.07, magnitudo 3.6 alle 9.11, magnitudo 3.6 delle 9.13, le ultime due con epicentro spostato più verso il mantovano.

>>>>>> TUTTI GLI AGGIORNAMENTI IN TEMPO REALE <<<<<<<<

CALCINATTI CROLLATI A LUGO - La scossa, avvertita distintamente anche in tutta la Romagna, in parte del basso Veneto, della Lombardia, della Liguria e del nord della Toscana, è una delle più forti registrate in questo periodo in cui si sono susseguite centinaia e centinaia di scosse. A Ravenna, in certe zone, sono saltati i collegamenti dei telefoni cellulari, probabilmente per il grosso carico di chiamate e sms effettuati dalla gente visibilmente spaventata. In tutta la provincia è scattata la procedura di evacuazione nelle scuole. A Lugo sono crollati alcuni calcinacci dalla chiesa del Carmine. Sul posto i Vigili del Fuoco hanno provveduto a recintare la zona. Si è provveduto a togliere la croce poichè ritenuta pericolante. La chiesa è stata dichiarata agibile, fatta eccezione di un'ala vicino all'altare dove è presente una crepa nel soffitto. Sul posto erano presenti anche i Carabinieri, la Polizia Municipale ed il sindaco. Interventi di messa in sicurezza anche nella zona di Brisighella.

Terremoto, danni alla Chiesa del Carmine

VERIFICHE A RAVENNA -  seguito della scossa, sono partite le verifiche da parte dei tecnici comunali per verificare eventuali danni e le condizioni di staticità. I controlli hanno interessato gli edifici storici di uso pubblico e le scuole di costruzione meno recente: la Residenza municipale, la biblioteca Classense, la torre civica, la scuola Mordani e i teatri: nessuna segnalazione di danneggiamento. In queste ore i controlli si stanno estendendo a tutte le strutture scolastiche.  Negli uffici e nelle scuole l'attività è proseguita. Sui 16 immobili controllati entro le 14, non sono stati rilevati danni tali da compromettere la sicurezza dei frequentatori. Tuttavia alcuni dirigenti scolastici hanno ritenuto di applicare autonomamente i piani di sicurezza previsti, facendo evacuare gli spazi quando è stato ritenuto opportuno. I controlli tecnici in altre e negli edifici storici e di vecchia costruzione non hanno riscontrato danni che limitino l’agibilità delle strutture. Le scuole di competenza comunale saranno aperte. 

Terremoto, evacuate le scuole

RIOLO TERME - I tecnici del Comune  hanno provveduto a verificare eventuali danni arrecati a scuole ed edifici pubblici dalle scosse telluriche registrate nella giornata odierna. ?Al momento non si evidenziano problemi strutturali. Per precauzione l'Istituto comprensivo Giovanni Pascoli ha disposto la sospensione delle lezioni pomeridiane. Eventuali contromisure da intraprendere per le prossime giornate verranno tempestivamente diffuse.

SCUOLE PROVINCIA - I tecnici della Provincia di Ravenna hanno effettuato sopralluoghi in tutti gli edifici scolastici di istruzione superiore - Ravenna, Lugo , Faenza , Cervia e Riolo Terme - e non sono stati rilevati dei danni significativi. Alcune storiche lesioni, già presenti in alcune strutture, saranno monitorate mediante apposita strumentazione. Non sono arrivate alla Provincia da parte dei Comuni segnalazioni di danni alle strutture scolastiche comunali. Ai fini di una maggiore informazione ai cittadini sul sito della Provincia sono state messe in evidenza le norme comportamentali da adottare in caso di terremoto.

OSPITALITA' NEGLI ALBERGHI DI RAVENNA - Questa scossa è la seconda a livello di intensità, dopo quella devastante (5.9) della notte tra il 19 e il 20 maggio. Tutta la provincia di Modena si è praticamente riversata in strada, gente fuori di casa anche a Ravenna. I Comuni più vicini all'epicentro sono Medolla, Cavezzo, Camposanto, San Felice sul Panaro, San Possidonio, San Prospero, tutti in provincia di Modena. Diverse scuole sono state evacuate. Gli hotel Holiday Inn e Diana di Ravenna (Iil titolare intervistato il 22 maggio) hanno dato la loro disponibilità ad accogliere gli sfollati. Ecco la lista di alcuni Hotel che offrono disponibilità ad ospitare gli sfollati: Holiday Inn Ravenna, Via Enrico Mattei 25, 0544-455902, Hotel Commodore Cervia, via Lungomare Grazia Deledda 126, CAP 48015, Cervia (Ravenna) 0544-71666, Hotel Perla Verde Milano Marittima, viale 2 Giugno 144, CAP 48015 Milano Marittima (Ravenna) 0544-994014, Hotel President Cervia, via Irpinia 16, CAP 48015, Cervia (Ravenna), 0544-987470

SOLIDARIETA' - Il Pd di Casola Valsenio, oltre ad unirsi al dolore delle famiglie e delle popolazioni dei Comuni colpiti dal sisma, "esprime forte e convinta solidarietà e vicinanza e l’impegno a fare la propria parte per contribuire all’opera di soccorso e alla ricostruzione. E lo fa aderendo alla raccolta fondi promossa dal Pd regionale a sostegno delle comunità colpite dal sisma. Si può sottoscrivere nella sede di Piazza Oriani 11 il sabato pomeriggio dalle ore 15.00 alle ore 17.00 o con un versamento direttamente sul conto corrente IT02 N031 2702 4100 0000 000 1 494, presso Unipol Banca. Intestato “Emergenza terremoto Emilia-Romagna - Pd Emilia-Romagna”. Altre iniziative di solidarietà verranno organizzate durante la Festa Democratica di Casola Valsenio, dal 28 luglio al 5 agosto 2012 nel Parco Pertini".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ancora terremoto, torna la paura: sisma di 5.8 Richter

RavennaToday è in caricamento