rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Cronaca

Una manifestazione per protestare contro la chiusura del Ponte sul Lamone: "Le scuse non bastano"

"Chiediamo la ripresa tempestiva del cantiere ormai fermo da mesi e ristori adeguati per gli abitanti e le attività delle frazioni interessate", spiegano gli organizzatori

Le scuse del sindaco non sono bastate. Un gruppo di cittadini di Savarna, Grattacoppa e Conventello, in accordo con il Comitato cittadino, dopo la protesta tramite "comment bombing" sui social ha organizzato una manifestazione pubblica per sabato 17 settembre dalle 17 per protestare contro la prolungata chiusura del ponte sul Lamone che connette Torri di Mezzano a Savarna.

"Chiediamo la ripresa tempestiva del cantiere ormai fermo da mesi e ristori adeguati per gli abitanti e le attività delle frazioni interessate", spiegano gli organizzatori, che hanno indetto due cortei per affiggere insieme lo striscione #finiteilpontedisavarna con partenza sincrona rispettivamente da Savarna, in Piazza Italia, e da Torri di Mezzano dal circolo Arci davanti alla ferramenta. "La manifestazione è totalmente apolitica e autorizzata dal Questore di Ravenna - precisano - Partecipate numerosi dal lato del ponte che preferite!".

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Una manifestazione per protestare contro la chiusura del Ponte sul Lamone: "Le scuse non bastano"

RavennaToday è in caricamento