rotate-mobile
Giovedì, 23 Maggio 2024
Cronaca Faenza

Il sopralluogo del commissario Figliuolo nelle aree alluvionate: il punto su ristori e messa in sicurezza

La visita del generale a Faenza e Castel Bolognese. Il sindaco Briccolani: "I prossimi decreti dovrebbero facilitare il percorso di ricostruzione". Per la rinascita della Palestra Lucchesi fondi anche dal Ministero dello Sport

E' arrivato a sorpresa mercoledì mattina a Faenza il commissario straordinario alla ricostruzione, generale Francesco Paolo Figliuolo. Atteso per un incontro sul tema dell'alluvione, Figliuolo, accolto in municipio dal sindaco Massimo Isola, ha fatto il punto sulla situazione nel comune manfredo. Al generale Figliuolo è stato portato il racconto delle due alluvioni, quanto è stato fatto fino ad oggi e il quadro dei problemi da affrontare, alla luce delle singolarità con cui le inondazioni hanno colpito Faenza rispetto alle altre città romagnole. Successivamente il Commissario è stato accompagnato in alcuni dei luoghi maggiormente colpito in città tra cui via Lapi, via Renaccio, la scuola per l'infanzia il Girasole di via Calamelli, via San Martino, la palestra Lucchesi, via Cimatti e il Ponte delle Grazie. La visita del generale è poi proseguita a Castel Bolognese. Nella stessa giornata è stata ufficializzata anche la proroga al  31 dicembre per chi deve presentare richiesta di Cis, il Contributo di immediato sostegno.

La visita del commissario Figliuolo a Faenza e Castel Bolognese

“Quella di oggi è stata una giornata importante - commenta il sindaco Isola - Da tempo chiedevamo di incontrare il Commissario Figliuolo per poter mostrare l’impatto delle alluvioni sulla nostra città. Al generale abbiamo reso il racconto di quei drammatici giorni e i problemi ancora aperti, risolvibili solo attraverso un intervento decisivo dello Stato. Il Commissario è rimasto particolarmente colpito dalle immagini che abbiamo mostrato e, allo stesso tempo, collaborativo e disponibile a fornirci risposte concrete. Sul tavolo abbiamo posto alcuni temi fondamentali: il Ponte delle Grazie e la struttura Bailey che lo dovrà sostituire in attesa di un importante intervento tecnico su cui siamo in attesa di una risposta ufficiale rispetto l'ottenimento di risorse commissariali. Piena disponibilità anche per accelerare la ricostruzione di due spazi fondamentali tramite fondi commissariali: la scuola Girasole di via Calamelli e la Palestra Lucchesi doppiamente alluvionata, attraverso lo sblocco in questo caso, di risorse a disposizione del Ministero dello Sport. Altro tema affrontato è stata la data di scadenza fissata al 31 ottobre per la rendicontazione delle spese sostenute dai cittadini alluvionati. Da più parti, anche dai comitati, ci era stato chiesto di farci portavoce per differire la data. Il Commissario Figliuolo dopo essersi consultato con il Capo dipartimento della Protezione civile, Fabrizio Curcio, ci ha fatto sapere che la richiesta è stata accolta: attendiamo ora l’ufficialità della notizia”.

Ad accompagnare Figliolo sul territorio faentino c'era anche l'assessora regionale Irene Priolo. "In mattinata siamo stati in municipio a Faenza per un punto con il sindaco Massimo Isola e a seguire abbiamo svolto una serie di sopralluoghi nelle aree e strutture colpite - scrive in un post sui social Priolo - A seguire, a Castel Bolognese abbiamo incontrato il sindaco Luca Della Godenza insieme al Consiglio Comunale e il sindaco di Solarolo Stefano Briccolani.  Parlare con cittadini, imprenditori e amministratori è fondamentale per perfezionare le azioni che stiamo mettendo in campo".

"È stata una buona occasione per chiarire la situazione relativamente ai tre grandi temi del post alluvione - sintetizza il sindaco di Solarolo, Briccolani - Situazione degli interventi di messa in sicurezza dei fiumi. Tempi e procedure per il riconoscimento dei danni a privati ed imprese. Riconoscimento delle spese di somma urgenza e finanziamento delle opere urgenti del patrimonio pubblico (edilizia scolastica, impianti sportivi, viabilità ecc.) e problematiche sulla possibilità di rafforzare gli organici tecnici ed amministrativi dei comuni per poter dare la massima velocità ad ogni provvedimento. Ritengo fondamentale il dialogo continuo e costruttivo tra tutti i livelli istituzionali - conclude Briccolani - Certamente non potremo risolvere tutto in poco tempo (il commissario lo ha rimarcato) anche se sulla sicurezza dei fiumi abbiamo tutti bisogno di sentirci più sereni. Su alcune tematiche ci sono stati preannunciati i contenuti dei prossimi decreti, che dovrebbero facilitare il percorso di ricostruzione che interessano fortemente il nostro comune. Quindi ci aspettiamo a breve novità positive".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il sopralluogo del commissario Figliuolo nelle aree alluvionate: il punto su ristori e messa in sicurezza

RavennaToday è in caricamento