rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica

Agricoltura, Lega: "Aiuti alle imprese per superare il problema delle scorte alimentari"

I consiglieri comunali della Lega presentano una mozione a sostegno delle aziende agricole per fare fronte al tema della sicurezza alimentare

"Secondo le stime di Ismea, agenzia del Ministero delle Politiche Agricole, in Italia sarebbe ‘a rischio la sicurezza alimentare’ in quanto importiamo oltre la metà delle materie prime agricole". Partendo da questa considerazione e dalle difficoltà sollevate a seguito del conflitto in Ucraina, il gruppo consiliare della Lega a Ravenna ha presentato mercoledì una mozione a sostegno dell’agricoltura per contrastare la penuria di scorte alimentari.

Una mozione che chiede a sindaco e Giunta comunale di intervenire sia nei confronti della Giunta regionale che del Governo per sollecitare: "misure urgenti di sostegno finanziario destinato a micro/piccole e medie imprese agricole e zootecniche per esposizioni debitorie (eccettuate esposizioni creditizie deteriorate) nei confronti di banche e altri soggetti abilitati alla concessione di credito; prezzi calmierati per il gasolio agricolo e contrasto all’aggiotaggio; misure strategiche di sviluppo per rinsaldare il rapporto fra agricoltura e zootecnia - affermano i consiglieri della Lega - misure strategiche finalizzate al sostegno di accordi internazionali per estendere la filiera agricoltura-zootecnica a bacini agricoli esteri; il potenziamento delle infrastrutture logistiche e di stoccaggio italiane; un fondo speciale destinato agli allevatori e ai produttori di biogas; la negoziazione in Commissione Europea di un Energy Recovery Fund per la copertura dei costi energetici straordinari a carico delle filiere manifatturiere".

"L’attuale conflitto in Ucraina ha messo in maggiore e drammatica evidenza l’estrema debolezza del nostro Paese sia sul fronte energetico, che su quello dell’approvvigionamento di materie prime anche alimentari - rilevano dal Carroccio - la situazione di pesante difficoltà per quasi tutti i settori economici e per le famiglie dopo due anni di emergenza sanitaria si è drammaticamente aggravata per il pesante incremento dei prezzi dei carburanti e dei costi dell’energia e delle materie prime, tra cui quelle alimentari, con il rischio reale di una penuria di queste ultime per il blocco delle importazioni".

Il sindaco di Brisighella: "Misure strategiche per il settore agricolo e zootecnico"

E a Brisighella il sindaco Massimiliano Pederzoli, anche lui della Lega, presenta un ordine del giorno sulla sicurezza alimentare. “L’obiettivo è sensibilizzare le amministrazioni locali a intervenire nei confronti della Regione e del Governo per chiedere provvedimenti urgenti che diano immediato sollievo finanziario alle aziende agricole e agli allevamenti e per attivare politiche strategiche di sviluppo per recuperare, almeno in parte, la sicurezza alimentare del Paese. Dopo i recenti incontri tra importanti realtà territoriali del settore agricolo e alimentare con il sottosegretario al ministero delle Politiche agricole Gian Marco Centinaio e il segretario della Lega Romagna on. Jacopo Morrone, abbiamo accolto la sollecitazione di quest’ultimo a presentare una ordine del giorno in Consiglio comunale su queste tematiche cruciali, nell’ottica di un ripensamento delle politiche agricole sia nel breve che nel medio periodo in modo da ridurre la nostra esposizione rispetto alle importazioni agricole dall’estero”.

“L’Italia non è in emergenza solo sul fronte energetico ma, come è noto, anche su quello dell’approvvigionamento di materie prime tra cui quelle alimentari. Stiamo rischiando una situazione di penuria per il blocco delle importazioni, come conseguenza del tragico conflitto in Ucraina, che riguardano oltre la metà delle materie prime agricole che utilizziamo - prosegue Pederzoli - I pesanti rincari dell’energia e delle materie prime agricole e per la zootecnia, oltre a problematiche collegate al clima con le gelate primaverili, stanno mettendo in serie difficoltà aziende agricole e allevamenti, che oggi sono da considerare sempre più strategici per il Paese, pregiudicandone la sopravvivenza. Di qui l’appello a Governo e Regione di prevedere nell’immediato misure di sostegno finanziario destinate, in particolare, a micro/piccole e medie imprese agricole e zootecniche e prezzi calmierati per il gasolio agricolo, e di elaborare, nel medio periodo, misure strategiche per rafforzare il settore agricolo e zootecnico”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Agricoltura, Lega: "Aiuti alle imprese per superare il problema delle scorte alimentari"

RavennaToday è in caricamento