Faenza, la Lega: "Riformare il regolamento di Polizia Municipale"

La Lega chiede di "riformare il Regolamento della Polizia Municipale, come l’amministrazione aveva promesso in campagna elettorale ma non ha ancora fatto"

“Il Pd apra gli occhi, i cittadini sono stanchi. In zona Fornarina continuano gli assalti alle auto parcheggiate, possibile che Malpezzi sappia solo proporre ai residenti di mettere telecamere a proprie spese, mentre trova i soldi per le case di accoglienza a rom e profughi. Presenteremo un’interpellanza in Consiglio Comunale per capire che intenzioni abbia l’amministrazione Pd, considerato che aveva promesso la riforma del regolamento di polizia urbana e non ha ancora fatto nulla, e chiederemo che venga implementato il numero degli agenti sul territorio”. Andrea Liverani, consigliere Regionale faentino della Lega Nord, e Gabriele Padovani, capogruppo in consiglio comunale, raccolgono le segnalazioni ricevute da numerosi cittadini.

“Sono costanti i furti in Via Gianna Boschi, nel nuovo quartiere residenziale in Zona Fornarina – spiegano – ogni quindici, venti giorni l’incubo si ripete, l’ultimo episodio nella notte tra domenica e lunedì, quando sono stati frantumati i vetri di cinque auto. Hanno rubato poco o nulla, ma permane il danno alle auto”, lamentano i cittadini. Ironia vuole che proprio domenica l’assessore Lucaroni si fosse intrattenuto a un pranzo conviviale dei cittadini del quartiere. Che, esasperati, vogliono ricominciare coi controlli di quartiere in orario notturno, “per auto-vigilare sulla propria sicurezza, visto che l’amministrazione non lo fa”".

Il sindaco del Pe Malpezzi ha incontrato i cittadini, è vero, ci ha messo la faccia, ma solo per proporre loro di mettere le telecamere per la videosorveglianza a proprie spese. Ma stiamo scherzando – attaccano Liverani e Padovani – come è possibile che ci siano i soldi per i migranti e le case d’emergenza per i rom, poi manchino per la sicurezza dei faentini?”. La soluzione secondo i due esponentni del Carroccio è "usare la Polizia Municipale, anziché per fare multe ai poveracci che vanno a lavorare, per i controlli di quartiere. E riformare il Regolamento della Polizia Municipale, come l’amministrazione aveva promesso in campagna elettorale ma non ha ancora fatto”.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Al proposito, il Carroccio presenterà “un’interpellanza in Consiglio Comunale, per sapere che intenzioni abbia lamministrazione in merito all’aggiornamento del regolamento. Inoltre proporremo di aumentare la quantità degli agenti, che sono in sottonumero, ed implementarne dotazioni e compiti, lavorando anche su turni notturni per preoccuparsi della sicurezza dei faentini. I cittadini sono stanchi di sentirsi presi in giro dal PD e dalla Giunta comunale faentina”. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Disperato dopo la separazione, costretto a svendere su internet anche l'aspirapolvere

  • Drammatico schianto all'incrocio: nell'impatto con un'auto muore sul colpo un centauro

  • Acquista una scultura per pochi euro e scopre di aver trovato un tesoro

  • Apre un nuovo supermercato: "Risanata un'area dismessa e investiti 5 milioni di euro"

  • Coronavirus, l'Emilia Romagna si smarca dall'obbligo della mascherina all'aperto

  • Coronavirus, si aggiorna la lista dei contagiati: altri casi per contatti familiari

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento