rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Politica

Il vicesindaco in difesa della sede ravennate del Consorzio di Bonifica

La sede di via Mariani –ha spiegato il vicesindaco – è di proprietà del Consorzio, e credo che non valga affatto la pena ipotizzarne la vendita per costruirne una nuova, né a Pievesestina, come ventilato, né in altre località"

Decisa presa di posizione del vicesidaco di Ravenna Giannantonio Mingozzi in difesa della sede principale del Consorzio di bonifica della Romagna a Ravenna. Mi auguro che tutte le istituzioni, Regione compresa, esprimano il loro impegno a difendere la permanenza della sede di via Mariani, rifiutando inopportune ingerenze da qualsiasi parte provengano”, ha affermato Mingozzi, evidenziando che non vale la pena ipotizzarne la vendita per costruirne una nuova.

“Nel più recente passato e fin dalla nascita del nuovo ente, con lo statuto approvato il 2 settembre 2010 dalla Regione, la sede ravennate del Consorzio è stata abbondantemente motivata sia dalle caratteristiche del territorio di pertinenza (che alla bonifica deve buona parte delle colture agricole guadagnate da estensioni prevaletemente lagunari poi risanate) sia alla gestione di impianti di numero certamente superiore agli altri bacini della Romagna”, ha esordito il vicesindaco.

“La sede di via Mariani –ha aggiunto – è di proprietà del Consorzio, e credo che non valga affatto la pena ipotizzarne la vendita per costruirne una nuova, né a Pievesestina, come ventilato, né in altre località considerando le difficltà enormi della finanza pubblica e le risorse proprie da indirizzare invece alla tutela del territorio. Del resto la bella mostra oggi esposta nella Cassa di Risparmio di Piazza del popolo dimostra come la storia del nostro territorio sia ben più complicata di quella cesenate, forlivese o riminese, ed il ribadire che la sede deve essere Ravenna non risponde ad una finzione campanilistica, ma ad una esigenza oggettiva e ampiamente motivabile. Mi auguro che tutte le istituzioni, Regione compresa, esprimano il loro impegno a difendere la permanenza della sede di via Mariani, rifiutando inopportune ingerenze da qualsiai parte provengano”.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Il vicesindaco in difesa della sede ravennate del Consorzio di Bonifica

RavennaToday è in caricamento