menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Multati per il filo spinato 'anti-ladro': i residenti lanciano una petizione e incontrano il Prefetto

Ha fatto molto discutere il caso dei cittadini residenti nel quartiere di Borgo San Biagio che sono stati multati per avere installato del filo spinato fuori dalle loro abitazioni per proteggersi dai ladri

Ha fatto molto discutere - richiamando anche l'attenzione delle telecamere Rai - il caso dei cittadini residenti nel quartiere di Borgo San Biagio che sono stati multati per avere installato del filo spinato fuori dalle loro abitazioni per proteggersi dai ladri. I cittadini, dopo la sanzione, hanno deciso di lanciare una petizione indirizzata al Prefetto per chiedere maggiore sicurezza per il quartiere.

"La comunità dei residenti di Ravenna del quartiere San Biagio vive da alcuni mesi serate di autentico terrore dovute a ripetute incursioni nelle abitazioni di ladri e balordi, ancora non identificati nonostante le ripetute denunce alle forze dell'ordine - si legge nel testo della petizione - Nelle abitazioni si sono susseguiti furti anche gravi, danni a cose diverse, e soprattutto l'instaurarsi di un clima di paura tra la popolazione, impotente nonostante il coinvolgimento della forza pubblica. Molti si sono dotati di sistemi di prevenzione, ma la situazione così com'è si protrae. Siamo convinti che occorra un'azione più incisiva da parte delle istituzioni, con particolare riferimento al presidio del territorio con dotazioni adeguate di uomini e mezzi, per ripristinare in breve la situazione civile a cui eravamo abituati".

Una delegazione di firmatari è stata ricevuta nei giorni scorsi in Prefettura dallo stesso prefetto Enrico Caterino, dal sindaco Michele de Pascale e dal vicesindaco Eugenio Fusignani. "Abbiamo spiegato le nostre ragioni - spiega Stefano, ideatore della petizione - in particolare dei traumi della nostra comunità riportati a seguito della lunga serie, inedita, di incursioni di ladri nel nostro quartiere dentro le case e alla presenza degli abitanti. Le autorità ci hanno garantito il massimo impegno delle forze dell’ordine e del loro coordinamento per far rientrare al più presto il fenomeno. Il Prefetto ha confermato di aver messo all’ordine del giorno del Comitato sull’Ordine Pubblico il problema. Il Comune da parte sua ha confermato che proseguirà con l’attivitá di ascolto dei cittadini per individuare gli interventi più idonei per mettere in sicurezza le zone più difficili, nonchè con il rafforzamento dell’organico della Polizia locale. Tutti hanno condiviso l’importanza di affrontare la criminalità di zona anche attraverso la coesione della comunità locale, attraverso gruppi di informazione, associazioni, ecc. Speriamo con questo di aver dato una mano a tenere alta l’attenzione sul problema della sicurezza nel Borgo San Biagio e a risolverne i problemi".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento