menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Meteo, Faenza tra neve e diluvio: rami spezzati e allagamenti. Cresce il Lamone

Nella nottata tra giovedì e venerdì, come da previsione, è arrivata anche la neve. Il manto bianco ha abbondantemente superato in città i 5 centimetri

Il dato registrato dal pluviometro è a dir poco impressionante: oltre 110 millimetri di pioggia dalla nottata tra mercoledì e giovedì. Il maltempo sta imperversando anche sul Faentino. Nella nottata tra giovedì e venerdì, come da previsione, è arrivata anche la neve. Il manto bianco ha abbondantemente superato in città i 5 centimetri. In alcune aree di periferia lo spessore ha superato i 10 centimetri. Poi, con l'ingresso della Bora, mitigata dal mare, la neve si è nuovamente trasformata in pioggia.

Sono 17 i pini marittimi che si sono schiantati sotto il peso della neve, danneggiando anche tredici auto. Sono numerosi gli allagamenti segnalati. Tempestato di chiamate il centralino del 115. Scantinati e garage allagati. Ma in alcune zone l'acqua è entrata anche nelle case. Eloquente il rumore delle idrovere in azione. Spaventa il Lamone: a Reda il livello idrometico sfiora i 7 metri. A Cotignola il Senio ha superato abbondantemente i 13 metri. Scuole aperte, con attività didattica ridotta.

A fare il punto della situazione è il sindaco di Faenza, Giovanni Malpezzi: "Bisogna fare attenzione alla tracimazione dei fossi e ai canali nei territori a valle dell'autostrada. La strada provinciale per Reda è stata chiusa dall'altezza della Chiesa di San Barnaba poichè non è percorribile. Rinnovo l'invito, per quanto possibile, a non utilizzare la viabilità secondaria a valle della via Emilia".



A valle di Faenza, in particolare nelle zone di Granarolo, Pieve Cesato e Reda sono allagate numerose arterie. "Stiamo provvedendo a chiuderle - ha evidenziato il primo cittadino -. Si consiglia di mettersi in strada solo se strettamente necessario e comunque sempre con la massima attenzione". Capitolo neve: "Il pericolo ed il disagio maggiore è stato provocato dalla caduta di alberi e rami e dalla conseguente interruzione di diverse strade. I viali sono stati riaperti, ma permane il pericolo di caduta rami, accentuato dal peso della neve ora mista a pioggia. La situazione oiù critica è nelle prime colline".

SCUOLE - Le scuole sabato rimarranno aperte. "Considerato che diverse strade del forese sono tuttora allagate, il servizio di trasporto scolastico è sospeso in quanto non è possibile svolgerlo in condizioni di piena sicurezza - afferma Malpezzi -. Si invitano pertanto le famiglie residenti nelle aree allagate a scegliere percorsi alternativi o a trattenere i bambini a casa".

STRADE COME FIUMI, IL VIDEO
STRADE COME FIUMI, IL VIDEO (2)
FRANA SULLA BIDENTINA A FORLI, IL VIDEO

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Arredare

Una casa di tendenza con i colori pantone del 2021

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento