Mese Rosa e Percorso Azzurro: screening al seno e visite andrologiche gratuite

Anche quest’anno la Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) provinciale di Ravenna aderisce, con proprie iniziative, alle campagne “Mese Rosa-Nastro Rosa” e “Percorso Azzurro”

Anche quest’anno la Lilt (Lega italiana per la lotta contro i tumori) provinciale di Ravenna aderisce, con proprie iniziative, alle campagne “Mese Rosa-Nastro Rosa” (ottobre) e “Percorso Azzurro” (novembre) promosse dalla sede centrale Lilt. L’iniziativa gode del patrocinio del Comune di Ravenna.

Il Mese Rosa è un appuntamento fondamentale nell’arco delle iniziative Lilt. L'associazione è fortemente impegnata nelle attività di prevenzione del tumore al seno poiché questa patologia risulta, ancora oggi, la principale causa di morbilità oncologica nelle donne. Nonostante i nuovi casi siano in aumento, la corretta informazione, la maggiore sensibilizzazione delle donne verso la diagnosi precoce e le sempre più precise e tempestive capacità diagnostiche garantiscono, eccellenti risultati statistici in termini di cura e riabilitazione, con una sopravvivenza che, a cinque anni di distanza, sfiora il 90%.

Per questo la Lilt si prodiga a promuovere lo screening del tumore al seno - si invitano caldamente le donne di età compresa tra i 45 e 74 anni a presentarsi regolarmente agli appuntamenti di screening mammografico, previsti dal programma regionale di prevenzione del cancro al seno - e colloqui con un medico oncologo sulle problematiche senologiche, rivolti alle donne escluse dal programma per fascia d’età. I colloqui si effettueranno presso le sedi del Cpo (senologie) di: Ravenna, nei martedì di ottobre, dalle 13 alle 14, prenotando al numero telefonico 0544285131; Faenza, sabato 19 ottobre dalle 10 alle 12, prenotando al numero 054 601569; Lugo, nei giovedì di ottobre dalle 13 alle 14, prenotando al numero 0545214199; presso l'Oncologia di Lugo: i lunedì e giovedì di ottobre ore 14 – 15, prenotando al numero 0545214093.

Il Percorso Azzurro è un altro importante appuntamento Lilt, destinato all’informazione e alla prevenzione delle patologie proprie dell’apparato genitale maschile in età adulta. A questo scopo, la Lilt provinciale di Ravenna garantisce, durante il mese di novembre, a tutti coloro che vorranno usufruirne visite andrologiche specialistiche a titolo gratuito effettuate da Vincenzo Tellarini, specialista andrologo, presso il Poliambulatorio Salus Medical Center, a Lugo in via Concordia 12, previa prenotazione telefonica al numero della Associazione Lilt Ravenna.

In merito al particolare ambito della prevenzione delle patologie dell’apparato genitale dei giovani di sesso maschile, non più monitorata sistematicamente dopo la fine della visita di leva obbligatoria, la Lilt Ravenna, in collaborazione con l’Ausl Romagna e gli istituti di istruzione superiore, promuove la prosecuzione del Progetto andrologico negli istituti superiori e nei Cfp di Lugo, nel corso del 2019/20. Il progetto, già svolto nelle classi seconde di tutti gli istituti superiori e nei Cfp di Lugo durante lo scorso anno scolastico, ha previsto una prima fase informativa rivolta ai ragazzi, al termine della quale gli studenti interessati hanno usufruito di una visita gratuita di screening, effettuata da medici specialisti andrologi. I risultati emersi sul numero delle problematiche che coinvolgono la sfera genitale maschile evidenziano una situazione preoccupante, al punto che la Lilt auspica la possibilità di estendere l’esperienza a un istituto superiore della città di Ravenna per il. 2020-21, qualora si creino le condizioni necessarie e appaia evidente il sostegno della città all’iniziativa.

Nel primo anno di attività del Progetto Biennale Andrologico sono state effettuate complessivamente 85 visite, con i seguenti risultati: 48 nella norma (56%), 37 con patologie, pari al 44%. Complessivamente le patologie rilevate sono state 49; per 12 giovani (pari al 14%) si sono rilevate 2 patologie. Poco meno della metà dei ragazzi visitati presenta patologie, per fortuna, facilmente curabili, ma diverse di queste (riguardanti circa un giovane su 3) se trascurate possono comportare seri problemi di fertilità. Anche nelle situazioni meno gravi è importante evitare che giovani si accorgano di avere difficoltà funzionali durante i primi rapporti sessuali, che dovrebbero invece avere un carattere di felice incontro.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Precipita per oltre cento metri dal sentiero di guerra del Pasubio: muore medico in pensione

  • Violento schianto tra due auto: gravissime madre e figlia

  • Spaventoso incidente stradale, coinvolte quattro auto: una donna in condizioni gravissime

  • Rubava nel supermercato dove lavora: dipendente infedele nella rete dei Carabinieri

  • Schianto in A14 tra una moto e un'auto: in gravi condizioni un ravennate

  • Prima rovina un'auto durante una manovra, poi investe il proprietario e scappa: il pirata è un nonnino di 86 anni

Torna su
RavennaToday è in caricamento