rotate-mobile
Lunedì, 2 Ottobre 2023
Cronaca Cervia

'Nessun filo spinato può fermare il vento della libertà': gli scolaretti celebrano il Giorno della Memoria

Come ogni anno tutti gli alunni della scuola Manzi si impegnano e collaborano insieme per non dimenticare una giornata davvero importante

Non passano inosservate le centinaia di farfalle che colorano un qualsiasi pomeriggio nebbioso di fine gennaio, appese alla cancellata d’ingresso della Scuola Primaria Manzi di Tagliata di Cervia. Né tantomeno il messaggio riportato sullo striscione dell’ingresso: “Nessun filo spinato può fermare il vento della libertà”. Come ogni anno tutti gli alunni della scuola Manzi si impegnano e collaborano insieme per non dimenticare una giornata davvero importante.

Il 27 gennaio, in occasione della Giornata della Memoria, già da anni tutte le classi realizzano sempre qualcosa di diverso per mantenere vivo il ricordo delle vittime della Shoah. In aggiunta a questa attività a pochi metri dall’ingresso si trova l’aiuola della memoria, presente tutto l’anno, a memoria di quanto accaduto in passato. Proprio qui, durante il mese di gennaio, sbocciano i piccoli fiori gialli chiamati Crocus, che ricordano il colore della stella di David.

Inoltre un volo di farfalle gialle sospese colora il vialetto d'ingresso della scuola in segno di speranza e un momento di riflessione a fronte di tutti gli orrori nati dall’indifferenza, dal pregiudizio e dalla discriminazione. Queste rimandano ai versi di Pavel Friedman “La Farfalla”, autore ebreo cecoslovacco, morto nel 1944 nel lager di Terezin che, prima di partire per il campo, visse per un periodo nel ghetto di Praga. Il messaggio che gli alunni vogliono comunicare alla comunità di Tagliata di Cervia, con il loro lavoro, è proprio quello di ricordare per non commettere più gli stessi errori del passato.

Aiuola Crocus-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'Nessun filo spinato può fermare il vento della libertà': gli scolaretti celebrano il Giorno della Memoria

RavennaToday è in caricamento