menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Poco personale sanitario: "Riassumiamo medici e infermieri in pensione"

E' la proposta del capogruppo di Ama Ravenna Daniele Perini: "La carenza, se non addirittura l'assenza, della disponibilità di medici e infermieri sul mercato sta assumendo proporzioni sempre più gravi"

"Richiamiamo medici e infermieri pensionati per far fronte al rischio default del Sistema sanitario nazionale": è la proposta del capogruppo di Ama Ravenna Daniele Perini inserita in un ordine del giorno. "La carenza, se non addirittura l'assenza, della disponibilità di medici e infermieri sul mercato sta assumendo contorni e proporzioni sempre più gravi a livello nazionale - spiega il consigliere di maggioranza - Già diverse regioni si stanno attivando per garantire i livelli essenziali di assistenza, proprio assumendo in particolare a tempo determinato medici e infermieri in pensione. Il problema esiste fondamentalmente a monte, con particolare riferimento alle scuole di specializzazione, e anche la nostra Regione, in specie Ravenna, caratterizzata da un'età media della popolazione in costante aumento e da una vocazione turistica che pone inevitabilmente seri problemi a livello sanitario e assistenziale, inizia a essere interessata in maniera sempre più significativa da tale criticità, che può configurarsi come autentico preludio al default del Sistema sanitario nazionale".

Perini chiede a sindaco e giunta di "inserire la sanità ai primi posti dell'agenda politica, valutando l'opportunità di un finanziamento straordinario a livello regionale, un vero e proprio “piano Marshall” per sostenere il Sistema sanitario nazionale, migliorando le condizioni di lavoro del personale sanitario e colmando le disuguaglianze; chiedendo alla Regione di deliberare, come hanno fatto altre, la possibilità che le nostre aziende emiliano romagnole si convenzionino con medici e infermieri in quiescienza. Questo, naturalmente, non appare sufficiente ma bisogna sviluppare un finanziamento ad hoc, in un'ottica a più ampio respiro, nella consapevolezza che la nostra comunità nei prossimi anni subirà un'emergenza demografica".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento