Cronaca

Si disinnesca la bomba trovata nel porto: vietato l'accesso a dighe e moli

Il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale Daniele Rossi ha firmato un'ordinanza con la quale si dispone il divieto di accesso alle dighe foranee sud ("Benigno Zaccagnini") e nord ("Luciano Cavalcoli") e ai moli guardiani

Il Porto si prepara a disinnescare la bomba emersa qualche giorno fa nei fondali. Il presidente dell'Autorità di Sistema Portuale Daniele Rossi ha firmato un'ordinanza con la quale si dispone il divieto di accesso alle dighe foranee sud ("Benigno Zaccagnini") e nord ("Luciano Cavalcoli") e ai moli guardiani del Porto di Ravenna a partire dalle ore 8:00 alle ore 17:00 di giovedì 2 settembre, relativamente all'espletamento delle operazioni di bonifica dall'ordigno bellico rinvenuto nei giorni scorsi.

Rossi ha inoltre firmato due ordinanze con le quali si dispone il divieto di accesso al tratto conclusivo della diga foranea nord il giorno 4 settembre e al tratto conclusivo della diga foranea sud il giorno 5 settembre, entrambi i giorni dalle ore 6:30 alle ore 13:30, per consentire lo svolgimento in sicurezza della prima e della seconda prova della Finale del Campionato italiano di pesca sportiva a Box. In particolare: nella giornata del 4 settembre è disposto il divieto di accesso al tratto conclusivo (mt. 664) della diga foranea nord del Porto di Ravenna, corrispondente all’area ricompresa tra l’ultima piazzola e il faro finale della stessa, a partire dalle ore 06,30 fino alle ore 13,30; nella giornata del 5 settembre è disposto il divieto di accesso al tratto conclusivo (mt. 674) della diga foranea sud, corrispondente all’area ricompresa tra l’ultima piazzola e il faro finale della stessa, a partire dalle ore 06,30 fino alle ore 13,30.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Si disinnesca la bomba trovata nel porto: vietato l'accesso a dighe e moli

RavennaToday è in caricamento