rotate-mobile
Martedì, 9 Agosto 2022
Economia Centro

Piano di sviluppo rurale: il Consorzio di Bonifica della Romagna a fianco degli agricoltori

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Per i territori ravennati e forlivesi si è concluso il settennio 2007-2013 del Piano di Sviluppo Rurale con risultati di tutto rispetto. Sono oltre 6,5 milioni di euro gli investimenti che hanno permesso al Consorzio di bonifica della Romagna di realizzare ben 8 distretti irrigui a servizio di un areale complessivo di 1.954 ettari.

Di tale importo solo il 48% degli investimenti deriva dai fondi del PSR; ben 3,4 milioni di euro, pari al 52% degli investimenti, provengono dagli stessi agricoltori, unitisi in otto “consorzi irrigui di scopo” per accedere, con l’aiuto del Consorzio di bonifica della Romagna, ai fondi europei dedicati all’agricoltura. Durante l’inaugurazione dell’impianto irriguo Filetto Pilastro avvenuta Sabato 3 ottobre, il Vice presidente del Consorzio di Bonifica, Giancarlo Bubani, ha richiamato l’impegno del Consorzio al fianco dei cittadini di Roncalceci e delle frazioni limitrofe per risolvere il problema della distribuzione irrigua in aree agricole di grande pregio. L’Assessore regionale all’agricoltura, Simona Caselli, ospite d’onore all’inaugurazione, si è complimentata col Consorzio di Bonifica evidenziando che in questi anni ha realizzato sistemi di distribuzione irrigua consorziale in linea con gli standard europei. L’impianto di Filetto/Pilastro, che ha comportato un investimento totale di 524.627 €, ha permesso di rendere irrigui 250 ettari a servizio di 53 aziende, un successo non solo per gli agricoltori ma anche per il Consorzio.

La sinergia aziende agricole/Consorzio è infatti stata fondamentale per la realizzazione degli 8 impianti irrigui del PSR: il Consorzio ha messo in campo i suoi contatti con la Regione e i Comuni e tutte le sue capacità progettuali e di direzione lavori, mentre i Consorzi di Scopo hanno investito importanti risorse economiche per raggiungere un risultato che porterà benefici a tutto il sistema agricolo del territorio ed a quello della bonifica.

E la sfida continua con la nuova programmazione Orizon 2020: nel 2016 usciranno i nuovi bandi del PSR ed il Consorzio è già pronto

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Piano di sviluppo rurale: il Consorzio di Bonifica della Romagna a fianco degli agricoltori

RavennaToday è in caricamento