rotate-mobile
Domenica, 26 Maggio 2024
Politica

"Feste pagane nel tempio anche a Punta Marina Terme"

La festa dell’Unità (alias del PD) organizzata in spazi di pertinenza della parrocchia di Roncalceci ha un precedente che, nel comune stesso di Ravenna, si è verificato a Punta Marina Terme, località balneare ben altrimenti affollata nel periodo estivo.

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

La festa dell’Unità (alias del PD) organizzata in spazi di pertinenza della parrocchia di Roncalceci ha un precedente che, nel comune stesso di Ravenna, si è verificato a Punta Marina Terme, località balneare ben altrimenti affollata nel periodo estivo.

Qui, infatti, l’abbattimento degli steccati e la costruzione di ponti tra parrocchie e partiti è avvenuto, anche se nella sola fattispecie di quello padrone, già nell’estate 2013: con  l’occasione, la festa è stata moltiplicata in due più remunerativi fine settimana, esattamente dal 21 al 23 e dal 28 al 30 giugno, in coincidenza anche con le celebrazioni religiose pre-festive e festive; ugualmente è stato nel 2014, dal 27 al 29 giugno e dal 4 al 6 luglio, sia pure in misura meno debordante, forse per via che dell’avvenimento precedente era stata informata da alcuni parrocchiani e da me stesso la curia arcivescovile, che non ne era a conoscenza. 

Non ricordo che, all’epoca della Democrazia Cristiana, le “feste dell’amicizia”, come si chiamavano, si siano mai svolte in spazi parrocchiali, ma, essendo cambiati i tempi (non dico in peggio), comprendo che bisogna ora specchiarsi nei nuovi. 
Mi sento però di chiedere che non vengano meno due condizioni di principio:
•    siccome non deve mai prevalere, almeno in questo Paese, la legge del più forte, l’apertura degli spazi parrocchiali ad iniziative politiche e di partito valga per tutti quelli che rispettano la Costituzione italiana, compresi quanti, non potendo aspirare, da queste parti, all’organizzazione di manifestazioni complesse, oltre che danarose (in uscita ma soprattutto in entrata), possono avere necessità di spazi modesti, anche solo per incontri o attività organizzative strettamente temporanee, del resto non invasive: prevengo le facili battute affermando che, pur non avendone la mia lista civica alcuno in proprio, continuerò, all’occorrenza, a rivolgermi ad altre disponibilità liberali;
•    sia rispettata la religiosità dei luoghi e delle funzioni che vi si svolgono, cosicché gli spazi occupati come sopra siano congruamente separati dall’edificio di culto e le esposizioni pubblicitarie di partiti e movimenti politici non interferiscano sulla sua visuale prospettica e tanto meno con il transito delle persone davanti e verso l’accesso: del resto, Gesù i mercanti li teneva fuori del tempio.

Ci vuole insomma qualche giusta regola. 

Alvaro Ancisi

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Feste pagane nel tempio anche a Punta Marina Terme"

RavennaToday è in caricamento