Bollette più 'leggere': tassa sui rifiuti più bassa per cittadini e imprese

E' stata anche approvata all’unanimità la proposta di modifica del regolamento Tari, relativa alla volontà di arrivare a una più corretta imputazione dei costi del servizio rifiuti alle imprese

Il Consiglio comunale di Cervia, a maggioranza, ha approvato come imposto dalla legge le tariffe della Tari per l’anno 2019 secondo quando previsto dal piano finanziario redatto da Hera e approvato da Atersir. Si segnala una importante inversione di tendenza del costo raccolta rifiuti, che sancisce il calo delle tariffe per l’anno in corso dell'1,5% sia per le famiglie che le imprese cervesi. Questa riduzione è data dalla riduzione dei costi di smaltimento.

"Nel determinare i costi del servizio, gli elementi informativi e dati numerici richiesti devono ancora essere migliorati soprattutto per avere la certezza che i costi siano equamente proporzionati sul reale consumo delle imprese e dei cittadini cervesi - spiegano dalla Giunta - Confidiamo che gli esiti della gara europea per l’individuazione ufficiale del nuovo gestore, che si saprà nei prossimi mesi, migliorino la qualità dei servizi nel nostro Comune che diversamente da altri della provincia paga anche la complessità della diversa gestione fra estate turistica e inverno di comunità più ristretta. La qualità dei servizi ambientali deve essere continuamente migliorata: questo è rilevante anche per dare di noi un'immagine qualitativa ai cittadini temporanei che ci scelgono per le vacanze. La cosa fondamentale è che ci sia un'idonea corrispondenza tra costo del servizio e qualità del medesimo. La Tari è una imposta nazionale che per meccanismo va migliorata perchè, di fatto, il Comune ha poca possibilità di incidere e si fa carico degli insoluti, verso i quali partirà una forte azione di lotta all'evasione come sperimentato nel riminese".

Nell’ambito del consiglio comunale è stata anche approvata all’unanimità la proposta di modifica del regolamento Tari, relativa alla volontà di arrivare a una più corretta imputazione dei costi del servizio rifiuti alle imprese stagionali e con aperture discontinue oltre che alle attività (anche artigianali) dimostratamente inattive, che potranno fruire di una riduzione delle tariffe fino al 70%. Tutte le forze politiche in consiglio hanno mostrato condivisione e apprezzamento di tale modifica regolamentare, in quanto ritenuta da tutti equa e a favore delle imprese.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dramma sulla Ravegnana: schianto fatale, muore una giovane madre

  • Vita spezzata sulla Ravegnana, Elisa era in procinto di sposarsi: "Un angelo volato troppo presto"

  • Sangue sulle strade, tremendo incidente sulla Ravegnana: muore una persona

  • Apre in centro un bar per giovani gestito da giovani: "E se prendi 30 e lode la colazione te la offriamo noi"

  • Un incidente le porta via la mamma: una raccolta fondi per la figlia Agnese di 9 anni

  • Autoarticolato finisce fuori strada e si ribalta su un lato

Torna su
RavennaToday è in caricamento