menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Una svastica nera sul sacrario ai caduti, il sindaco: "Gesto di inqualificabile violenza"

Un gesto ignobile e vigliaccio. Qualcuno ha imbrattato il sacrario ai caduti della Brigata Cremona di Camerlona

Un gesto ignobile e vigliaccio. Qualcuno ha imbrattato il sacrario ai caduti della Brigata Cremona di Camerlona, situato sulla Reale tra Ravenna e Ferrara, con una svastica disegnata con una bomboletta spray nera. A denunciarlo è il sindaco Michele de Pascale, che ha subito condannato l'atto vandalico: "Il sacrario di Camerlona, che accoglie le spoglie di numerosi caduti appartenenti al gruppo combattente della Brigata Cremona impegnati durante la seconda guerra mondiale per liberare l’Italia dal nazifascismo, è stato imbrattato e profanato. Un gesto di gravità assoluta e di inqualificabile violenza. Purtroppo l’ennesimo insopportabile episodio, tra i tanti avvenuti in questi ultimi giorni in Italia, di atti vandalici che inneggiano al fascismo, al nazismo e all’antisemitismo. Voglio dirlo con forza: Ravenna, città Medaglia d’oro al valor militare, non tollera tali ignobili azioni e reagiremo con la decisione necessaria. Una pattuglia della Polizia locale è sul posto e si sta già procedendo con la pulizia del sacrario".

"Sfregiata con l'insulto peggiore: la svastica nazista contro la quale i militari combatterono nella lotta di liberazione - aggiunge il vicesindaco Eugenio Fusignani - Un atto di violenza inaudita contro la memoria di una comunità che deve alle forze armate il merito di aver organizzato la Resistenza e di aver combattuto per liberarci dall'oppressione nazifascista. Un altro segnale inquietante che si aggiunge ai tanti episodi di ritorno di antisemitismo e negazionismo che fanno rabbrividire. A Ravenna convivono tutte le culture politiche democratiche. Si confrontano anche aspramente ma tutte con un unico comune denomitore: l'avversione al fascismo costituzionalmente sancita, e quella ai fascismi in ogni loro forma".

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Dall'Antica Roma al terzo millennio: il mito eterno dei Lom a Merz

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

RavennaToday è in caricamento