rotate-mobile
Lunedì, 16 Maggio 2022
Cronaca Lugo

Zero alcool e niente bullismo: uno speciale pomeriggio in discoteca con Villabanks

Dopo il sold-out è stata organizzata una seconda data senza somministrazione di alcool. "Si è trattato di un pomeriggio sano e all’insegna del puro divertimento", affermano i proprietari della discoteca

Musica e divertimento, in sicurezza. Sono queste le parole chiave del Onyx Club di Godo che domenica 6 marzo ha organizzato un evento senza alcool e con un’azione di sensibilizzazione contro il bullismo. “Tutto è iniziato perché la data prevista per sabato con ospite Villabanks, uno dei cantanti più ascoltati dai giovani, aveva registrato il sold-out in pochi minuti - spiega Francesco Alberoni, direttore artistico del locale -. Quindi abbiamo deciso di aggiungere una seconda data, ospitando Villabanks anche domenica, dalle 15.00 alle 19.00”.

“Così facendo abbiamo dato la possibilità di assistere al concerto a coloro che non erano riusciti ad acquistare i biglietti e ai ragazzi under16, che normalmente non possono entrare in discoteca - sottolinea il direttore artistico. E anche l’evento domenicale ha registrato un sold-out - Il concerto è stato energico e ricco di emozioni, forse anche perché Villabanks è originario di Ravenna”.

“Abbiamo visto tanti ragazzi veramente felici di poter vivere la gioia che solo un concerto può regalare e tutti con una gran voglia di ballare - sottolineano dalla proprietà dell’Onyx -. Ma la cosa più importante è che domenica pomeriggio non è stato somministrato alcool, neppure ai maggiorenni. Si è trattato di un pomeriggio sano e all’insegna del puro divertimento. Per molti dei giovani presenti è stata una grande emozione: dopo due anni di 'quasi-isolamento' a causa del Covid si sono potuti divertire, ascoltando uno dei loro artisti più amati”. 

E non è mancato il colpo di scena, con un fuori-programma: l’artista Villabanks, poco prima di salire sul palco, ha notato un ragazzino in lacrime fuori dal locale perché escluso dal suo gruppo di amici. L’artista ha così deciso di parlare con il ragazzo, consolandolo e spiegandogli che “non è il giudizio delle altre persone a stabilire il nostro valore”. Dopodiché lo ha portato con sé sul palco, per dare un chiaro segnale contro il bullismo. 
“È stato un gesto d’impatto, rapido, spontaneo e vero. Davvero emozionante e commovente. 
Spesso gli artisti stessi sono etichettati e giudicati, sulla base di un testo in una canzone, ma occorre andare a fondo, e comprendere il loro lato umano e creativo, sono persone… spesso eccezionali e di una sensibilità unica” spiega Alberoni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Zero alcool e niente bullismo: uno speciale pomeriggio in discoteca con Villabanks

RavennaToday è in caricamento