Medici del 118 verso lo sciopero: "Fallita la conciliazione prefettizia tra Snami e l'azienda Ausl"

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Nella mattina di Martedì 7 Giugno si è svolto presso la Prefettura di Forlì-Cesena il tentativo di conciliazione tra i medici convenzionati per l'Emergenza Territoriale (Automedica-118) e l'Azienda USL Romagna, con esito negativo. Le ragioni che hanno spinto lo SNAMI (Sindacato Nazionale Autonomo Medici Italiani) a proclamare lo stato di agitazione sono la totale assenza di contrattazione aziendale per la regolamentazione locale dei compiti e della retribuzione dei Medici 118, a discapito di numerose sollecitazioni sindacali, e la richiesta da parte dell'Azienda di assolvimento di mansioni contemporanee in assenza di concertazione preventiva sulle modalità che garantiscano la sicurezza delle cure ai pazienti. SNAMI si è impegnato a rimandare temporaneamente eventuali proteste e scioperi che sono comunque in programma qualora l'azienda non dia risposte concrete al tavolo aziendale, ottenuto per il prossimo 20 Giugno grazie alla mediazione prefettizia.


Berti Alessandro (Presidente SNAMI Sezione Provinciale Forlì Cesena)
Baldini Michela (Vicepresidente SNAMI Sezione Provinciale Forlì Cesena)


 

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
RavennaToday è in caricamento