rotate-mobile
Domenica, 23 Gennaio 2022
Cronaca

Ogni domenica le guide portano i turisti a cercar Dante per Ravenna

Fitto calendario di itinerari dedicati al Sommo Poeta in programma lungo i mesi di gennaio e febbraio

Nota- Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di RavennaToday

Proseguono anche nel 2022 le visite di Incontro a Dante-Percorsi guidati alla scoperta della Ravenna del Sommo Poeta, iniziativa creata per le celebrazioni del settecentenario della morte di Dante, organizzata dalle guide turistiche de Il Cammino di Dante, con il patrocinio dal Comune di Ravenna – assessorato al Turismo, e inserita nelle celebrazioni di 700 Viva Dante. Un programma che comprende diversi itinerari a tema dantesco con un appuntamento fisso ogni domenica alle 11, oppure su richiesta per piccoli gruppi, che fin dalla sua ideazione si è posto l’obiettivo di valorizzare la figura di Dante in città, oltre ad offrire una proposta culturale anche in questi difficili tempi di pandemia.

Le visite, realizzate in collaborazione con Ravenna Incoming, hanno una durata di un’ora e mezza. Rivolte ad un massimo di 20 persone, sono effettuate prevalentemente in esterno rispettando i protocolli Covid-19 e con l’ausilio di radioguide per il mantenimento del distanziamento sociale.

Domenica (2 gennaio) "Cercar Dante per Ravenna". L’itinerario si concentra nella Zona del Silenzio per raccontare la storia di Dante e le vicende delle sue sepolture attraverso i luoghi che più ne hanno lasciato memoria. La visita comprende la Tomba di Dante, il Quadrarco di Braccioforte, i Chiostri Francescani, Casa Dante, il giardino Rinaldo da Concorezzo, la Basilica di San Francesco e l’omonima piazza.

Domenica 9 gennaio "L’ultimo rifugio di Dante". L’itinerario prende avvio dalla Casa Polentana, ritenuta la casa di Francesca da Polenta, la cui storia è resa celebre dai versi del Canto Quinto dell’Inferno, per proseguire lungo l’antico alveo del fiume Padenna, oggi noto come la Via dei Poeti, e raggiungere la Zona del Silenzio concentrando la visita sulla Tomba di Dante, il Quadrarco di Braccioforte e la Basilica di San Francesco.

Domenica 16 gennaio La Ravenna di Dante. Partendo da Piazza del Popolo, l’itinerario si snoda nella zona dei mercati e delle corporazioni caratterizzata dalla Torre del Comune, la ex chiesa di San Michele in Africisco, la Casa Matha, la Chiesa di San Domenico, e prosegue lungo l’alveo del fiume Padenna per raggiungere la Zona del Silenzio e visitare la Basilica di San Francesco e la Tomba di Dante.

Domenica 23 gennaio Il Paradiso di Dante e il Paradiso di San Vitale. La visita si incentra sulla cantica del Paradiso ed in particolare sul suo confronto con la rappresentazione bizantina nella Basilica di San Vitale. Si parte da piazza San Francesco, si attraversa la zona dantesca e via Cavour passando davanti alla Chiesa di San Domenico per concludere con la Basilica di San Vitale.

Domenica 30 gennaio Seguendo Dante a Ravenna. L’itinerario parte dalla ex chiesa del monastero di Santo Stefano degli Ulivi, luogo dove si fece monaca Antonia, la figlia di Dante, e prevede la visita alla Basilica di San Giovanni Evangelista per ammirare i mosaici medievali. Prosegue poi passando davanti alla Basilica di Sant’Apollinare Nuovo per concludersi con la visita alla Basilica di San Francesco e alla Tomba di Dante.

Domenica 6 febbraio Il Paradiso di Dante e il Paradiso di San Vitale. La visita si incentra sulla cantica del Paradiso ed in particolare sul suo confronto con la rappresentazione bizantina nella Basilica di San Vitale. Si parte da piazza San Francesco, si attraversa la zona dantesca e via Cavour passando davanti alla Chiesa di San Domenico per concludere con la Basilica di San Vitale.

Domenica 13 febbraio Seguendo Dante a Ravenna. L’itinerario parte dalla ex chiesa del monastero di Santo Stefano degli Ulivi, luogo dove si fece monaca Antonia, la figlia di Dante, e prevede la visita alla Basilica di San Giovanni Evangelista per ammirare i mosaici medievali. Prosegue poi passando davanti alla Basilica di Sant’Apollinare Nuovo per concludersi con la visita alla Basilica di San Francesco e alla Tomba di Dante.

Domenica 20 febbraio L’ultimo rifugio di Dante. L’itinerario prende avvio dalla Casa Polentana, ritenuta la casa di Francesca da Polenta, la cui storia è resa celebre dai versi del Canto V dell’Inferno, per proseguire lungo l’antico alveo del fiume Padenna, oggi noto come la Via dei Poeti, e raggiungere la Zona del Silenzio concentrando la visita sulla Tomba di Dante, il Quadrarco di Braccioforte e la Basilica di San Francesco.

Domenica 27 febbraio Cercar Dante per Ravenna. L’itinerario si concentra nella Zona del Silenzio per raccontare la storia di Dante e le vicende delle sue sepolture attraverso i luoghi che più ne hanno lasciato memoria. La visita comprende la Tomba di Dante, il Quadrarco di Braccioforte, i Chiostri Francescani, Casa Dante, il giardino Rinaldo da Concorezzo, la Basilica di San Francesco e l’omonima piazza.

Le visite hanno un costo a persona di 12 euro, comprensivo del noleggio della radioguida (oltre i 10 partecipanti), gratuito per bambini fino a 10 anni (ad esclusione del noleggio della radioguida).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ogni domenica le guide portano i turisti a cercar Dante per Ravenna

RavennaToday è in caricamento